Allori, tecnico della Fiorini Rugby Pesaro: «Quinto posto risultato giusto per la nostra stagione. I giovani fanno ben sperare»

«Sono molto soddisfatto di questo campionato. Avremmo potuto fare di più ma ogni sconfitta ci è servita ad imparare.» Il tecnico giallorosso, Augusto Allori ripercorre il campionato di serie A appena concluso, che ha visto la Fiorini Rugby Pesaro classificarsi 5° con 41 punti frutto di 8 partite vinte e 8 perse.

«La seconda parte del campionato è volata via, è passata molto velocemente. – Prosegue Allori – Da Natale in poi la stagione è stata molto positiva, con ottimi risultati. Il girone d’andata è stato in salita, ma anche le sconfitte possono avere un risvolto positivo. Ho sempre il rammarico di aver lasciato per strada alcuni punti ma ora, a bocce ferme, le vedo come un insegnamento per la prossima stagione.»

La classifica finale vede Pesaro al 5° posto nel girone, stesso risultato della stagione 2018/2019, soddisfatto? «Avremmo potuto fare di meglio ma il 5° posto è giusto per il campionato che abbiamo giocato. All’inizio abbiamo avuto delle difficoltà, quando abbiamo trovato il nostro ritmo, ritrovato la squadra, abbiamo fatto ottimi risultati. Su 8 partite ne abbiamo vinte 6. Abbiamo iniziato la strada che dovremo percorrere per il futuro.»

L’assenza di retrocessione vi ha consentito di fare degli esperimenti rispetto alla rosa, dando spazio anche a molti giovani, com’è andata? «Abbiamo avuto molti esordi di giovanissimi. Non abbiamo una rosa molto estesa, così abbiamo avuto la possibilità di integrare con alcuni under19 e fargli fare esperienza. È andata molto bene, hanno mostrato un buon gioco. Sono ragazzi di Pesaro e sono il futuro di questa squadra. Hanno esordito anche due giocatori di prima linea, non è facile per ragazzi così giovani farsi valere in prima linea in questo campionato, dove la mischia è importante. Fanno ben sperare per il futuro della società e della squadra.»

Hai qualche rammarico su questa stagione? «L’inizio non è stato come speravamo. Potevamo fare 10 punti in più, ma è inutile cercare il colpevole, ci deve servire a crescere. Le 8 vittorie che abbiamo ottenuto sono arrivate anche grazie agli insegnamenti tratti dalle sconfitte. Ci deve servire anche per il prossimo anno. La squadra si è comportata molto bene nel complesso.»

Guardando avanti, come sarà l’estate giallorossa? «Vorrei fare un off season per mantenere i ragazzi in allenamento. Noi abbiamo finito una settimana prima degli altri, sarebbe un periodo d’inattività troppo lungo fino all’inizio del prossimo campionato. In estate avremo il rugby a 7 e il beach rugby. L’off season che stiamo organizzando servirà a mantenere la parte atletica ma anche a divertirsi. Ho in mente di dedicarci anche ad altri sport, faremo giornate a tema dedicate a pallacanestro, pallavolo, e non solo. Gli altri sport possono fornire un ottimo esercizio per i rugbisti. Poi, quando uscirà il calendario, lavoreremo sulla pre-season. In quanto alla rosa, spero che la squadra sia riconfermata per dare continuità al lavoro fatto quest’anno, con qualche ingresso dall’under19 e qualche innesto».