Capitan Villarosa suona la carica contro i Cavalieri: “Conta chi va in campo, non chi non ci sarà”

Mobility Pro Pesaro Rugby domani con il capitano Villarosa in campo. Ore 14.30 al Toti Patrignani tornerà ad indossare la maglia giallorossa anche la terza linea pesarese doc che è stato costretto a seguire la squadra dalla tribuna a causa di un’operazione al menisco. Se tutti pensavano sarebbe rientrato nell’anno nuovo, ha invece bruciato i tempi e domani sarà fra i titolari del match contro I Cavalieri Union Rugby, squadra di Prato da sempre ostica per i pesaresi, prima in serie B e poi in serie A: “Ho accelerato i tempi, ma non direi che ho forzato- spiega Villarosa – Ho ripreso piano piano, il ginocchio rispondeva bene e mi sento di tornare a dare una mano ai compagni da dentro il campo”. Che squadra hai ritrovato? “Una squadra molto concentrata tanto che in settimana ci siamo allenati molto bene. Martedì abbiamo fatto contatto e nessuno si è tirato indietro, sono stati allenamenti molto positivi”.

Non solo il tuo ritorno, ma anche quello di Solari e Giacomo Cardellini che partiranno dalla panchina. Obiettivo non far sentire la mancanza di Maarman: “La squadra non ha accusato minimamente la sua partenza e faremo anche senza di lui. Alla fine dei conti l’importante è chi gioca la partita, non chi non c’è”.

Di fronte troverete una squadra che vi segue a sole due lunghezze e che ha centrato in campionato due vittorie come voi. Che partita sarà? “Loro come noi faranno di tutto per portare a casa la vittoria. Vengono da diverse sconfitte, forse non pensavano di trovarsi con questa classifica quindi domenica sarà una battaglia. Hanno fra l’altro appena acquistato il nazionale uruguagio Lamanna e avranno molta voglia di far bene”.

La Mobility Pro cosa dovrà cambiare rispetto le ultime uscite? “Dovremo mantenere la concentrazione per ottanta minuti, senza i cali che si son visti durante le partite, rispettare il piano di gioco provato in settimana e affidarci alle cose più semplici, come avanzamento e possesso”.