Domenica di soddisfazioni per under17 e Serie C

Con prima squadra e under19 in pausa, tutte le attenzioni del popolo giallorosso si sono concentrate, nel weekend, sugli impegni della formazione under17 e della cadetta.

Per il secondo XV, che milita nel campionato di serie C, il penultimo impegno della prima fase di campionato, la partita di recupero della prima giornata di ritorno, con Falconara. Ad avere la meglio i pesaresi 56-5.

Per quanto riguarda l’under17 invece è stata la volta della prima semifinale per accedere alla seconda fase di campionato, contro Rugby Perugia. I giovani giallorossi, primi del loro girone, hanno avuto la meglio sugli umbri, secondi classificati del girone 2, per 110-5. La prossima semifinale è in programma il 12 dicembre quando a contendersi l’accesso alla seconda fase con i pesaresi sarà la franchigia Api che coinvolge Fano, Falchi e Falconara, vincitrice dell’altra semifinale.

In campo anche le Formiche Rugby Pesaro con l’under15 impegnata a Jesi dove ha vinto per 40-24. Molto agonismo e fisicità in campo per entrambe le squadre, ma Pesaro ha mostrato maggior capacità tecnica.

«Al di là del punteggio è stata una bellissima prestazione, i ragazzi sono rimasti concentrati. – Il commento del tecnico dell’under17 Luca De Angelis – È facile deconcentrarsi quando sei in vantaggio. Invece loro sono stati bravi e non hanno diminuito l’attenzione. Hanno messo in campo tutto ciò su cui ci eravamo concentrati in settimana. Sono stato contento anche della prestazione dei due nuovi ragazzi che si sono avvicinati da poco al rugby. Speriamo di accedere alla seconda fase.»

«La vittoria dell’under17 contro Perugia è un risultato molto importante, che ci mette in condizione di poter vincere la finalina del 12 dicembre e puntare alla seconda fase del campionato interregionale. – A fare un bilancio il presidente della Fiorini Rugby Pesaro, Simone Mattioli – I ragazzi hanno giocato molto bene ma il risultato dice anche molto sulle difficoltà del movimento giovanile. Questo è il frutto della situazione dovuta al covid, a Perugia hanno incontrato difficoltà in quella fascia d’età.

Anche per la serie C il risultato è stato netto. 56 punti frutto di 8 mete distribuite in tutto il tempo di gioco. La cosa interessante è che in campo c’erano 9 ragazzi provenienti dall’under19, una squadra a trazione molto giovane. Cerchiamo di fare tesoro di ogni esperienza che incontriamo in questo campionato, saranno determinanti per il futuro. Per noi è importante anche la possibilità di far fare esperienza a ragazzi che non avrebbero abbastanza spazio nei campionati di under19 e serie A. Queste partite stanno mostrando che siamo in grado di mettere in campo una formazione sempre più autonoma, indipendente della altre categorie giallorosse. Stiamo lavorando in questa direzione. Domenica per la serie C l’ultima partita, in casa contro Ancona, di questa fase di campionato.»