Fiorini Rugby Pesaro: una vittoria sofferta per l’ultima partita casalinga

«Ci tenevamo a salutare il nostro pubblico con una bella partita e una vittoria, ci abbiamo messo il cuore.» Così Alberto Galdelli, pilone della Fiorini Rugby Pesaro, commenta il risultato della partita con Perugia, ultimo match casalingo del campionato. I kiwi giallorossi sono 5° in classifica con 36 punti, uno in meno di Noceto 4°. 4 invece i punti che la separano dal Romagna che si trova al 6° posto.

«È stata una partita molto combattuta. Il Perugia si è dimostrato un avversario molto tenace, ci ha messo in difficoltà nei nostri punti di forza, in touche e in mischia. Sapevamo che non sarebbe stata una partita facile, loro sono terzi in classifica e hanno fatto un ottimo campionato, ma siamo riusciti a venirne a capo con la nostra forza. I cambi nel secondo tempo ci hanno dato una grande mano.»

Quali aspetti non ti hanno soddisfatto? «C’è da rivedere la disciplina, 3 cartellini nel finale sono stati troppi. Abbiamo rischiato di buttar via la partita, solo con un grande cuore negli ultimi minuti abbiamo portato a casa il risultato. È un fattore che dovremo correggere immediatamente, sono sicuro che Allori in settimana ci striglierà per questo.»

Cosa ti è piaciuto della vostra prestazione? «Il cuore che abbiamo messo in questa partita. – Sottolinea Galdelli – La difesa degli ultimi minuti, abbiamo lottato con tutta la nostra grinta per non farli passare. Non è stato facile. Quando siamo passati in svantaggio abbiamo rischiato tanto, ma per noi questo risultato era davvero importante. Non ci siamo scoraggiati e abbiamo fatto del nostro meglio per portare a casa il risultato.»

Nonostante la pioggia il pubblico non vi ha fatto mancare il suo supporto: «è una grande soddisfazione salutare il nostro pubblico con una vittoria. – Conclude Galdelli – I tifosi pesaresi ci danno sempre grande sostegno, ci seguono con forza e affetto. Per noi era importante ricambiare in questa maniera. Nella prima parte del campionato abbiamo mancato da questa punto di vista. Avremo voluto vincere tutte le partite in casa, siamo partiti male ma abbiamo finito bene e ne siamo molto contenti».