Il tecnico Mazzucato: “Nel rugby vinci solo se hai voglia di lottare”

“I ragazzi hanno finalmente tirato fuori i il carattere”. Il linguaggio di Nicola Mazzucato, tecnico della Pagano & Ascolillo sarebbe ben più colorato, e rende bene l’idea di che cosa abbia portato la squadra giallorossa a vincere domenica contro il Noceto. A fine primo tempo erano gli emiliani a condurre per 24-7, ma nel secondo tempo sono rimasti a secco mentre Pesaro è riuscita a ribaltare il risultato. “L’avversario bisogna aggredirlo ed è ciò che i ragazzi sono riusciti a fare nel secondo tempo”.

A dire il vero nell’intervallo tutti gli spettatori non hanno potuto fare a meno di sentire la strigliata che Mazzucato ha dato ai suoi ragazzi. Che sia stata quella la sveglia? “Non lo so, ma doveva scattare qualcosa nella testa dei ragazzi. Non li riconoscevo più rispetto a quanto sono stati in grado di fare in questi due ultimi anni. Per questo li ho richiamati a ciò che sanno fare. In questo sport vinci solo se hai voglia di lottare ed è ciò che abbiamo fatto nel secondo tempo”.

Nota di merito a Babbi, entrato in corsa per sostituire l’infortunato Smith, e che si è fatto trovare subito pronto: “E’ stato fondamentale e sono davvero contento del suo impatto sulla partita. Ragazzi come lui sono davvero preziosi per la nostra squadra, un esempio per il resto dei compagni. Allo stesso modo è stato fondamentale vedere giocatori infortunati come Villarosa e Cardellini presentarsi puntuali all’ora della convocazione per fare sentire il loro sostegno alla squadra.”

Domenica per i giallorossi altra partita casalinga al Toti Patrignani contro la Capitolina, ma non si pensi che dopo questo successo si tratterà di una partita facile. I romani lo scorso anno si giocarono i playoff per la promozione e dominarono il girone in cui era inserita Pesaro che rimane fra l’altro una squadra da alti e bassi: “Siamo una squadra capace di fare belle cose e di perderci per un nulla. Però questa vittoria è senza dubbio ciò che ci serviva. Mi aspettavo una reazione da parte dei ragazzi ed è arrivata”.