In barba alle Fenici, sono le Mustang a risorgere dalle loro ceneri

Le Mustang tornano vittoriose al Toti Patrignani. Dopo la pesante sconfitta contro la capolista Colorno della scorsa settimana le pesaresi hanno la meglio sulle bolognesi della Felsina San Donato per 14-10. Fra le avversarie le ex Barbanti e Colangeli, mentre Pesaro ha dovuto fare i conti ancora una volta con una formazione non ottimale come spesso accade per impegni di lavoro e studio. Assenti entrambe le titolari ravvenati in seconda linea si sposta Laura Vitali a fianco dell’esordiente ‘anconetana Rosa Bungaro sostituita nel secondo tempo dall’altra anconetana Martina Magini.
Le Mustang partono bene e dopo una serie di percussioni degli avanti nei primi minuti vanno in meta con l’ottimo flanker Diletta Nicoletti che riesce anche a trasformare. Le bolognesi non si perdono d’animo e poco dopo con l’estremo, capitano ed ex Mustang Anna Barbanti vanno in meta. La pesarese da due anni in forza al Bologna si invola sull’ala, schiaccia in mezzo ai pali ma fallisce la trasformazione, forse anche per la pressione sul calcio delle Mustang ben schierate. Prima della fine del primo tempo Cristina Jorba esce da una situazione confusa nella metà campo Mustang, riesce a battere in velocità le avversarie in recupero e arriva nell’area di meta avversaria. Trasforma ancora Diletta Nicoletti per il parziale di 14 a 5. Poco dopo viene dato un cartellino giallo all’altra ex Giulia Colangeli per un placcaggio alto.
Le pesaresi non sfruttano il vantaggio numerico anche perché nel secondo tempo le bolognesi partono più decise, riuscendo a realizzare nell’angolo. Non riesce la difficile trasformazione ad Anna Barbanti e si arriva sula 14 a 10, che sarà risultato finale anche per due errori consecutivi dalla piazzola della stessa Anna. La partita prosegue per un po’ su un sostanziale equilibrio ma verso la fine le bolognesi spingono prepotentemente verso la meta. Le pesaresi reggono, pur pagando qualche fallo con un cartellino giallo: prima è Diletta Nicoletti a subire l’espulsione temporanea e poco dopo Valentina De Angelis che lascia anzitempo il campo assieme al centro bolognese Giulia Colangeli per uno scambio di vedute non proprio regolare.
Le persaei però riescono a riconquistare l’ovale e finiscono con il possesso finale nella metà campo avversaria.
Fra le pesaresi si segnalano il positivo esordio della forlivese Beatrice Soglia e il ritorno nel ruolo di centro di Jessica Belli autrice di un’ottima prova.