Lyle Joubert ancora in maglia giallorossa

La fantasia di Joubert ancora in riva all’Adriatico. Riconfermato per la sua 4° stagione in giallorosso il mediano di apertura Lyle Joubert.

Classe ‘93, 86 kg  di peso per 182 cm di altezza, il sudafricano di origini italiane è un ormai un pesarese d’adozione. Arrivato a Pesaro nel 2017 ha militato nel Pesaro Rugby nelle stagioni 17/18, 18/19 e 21/22, nella stagione 19/20 ha invece indossato la maglia del Valpolicella.

«Questa città per me è come una seconda casa. – Racconta Lyle Joubert spiegando le motivazione che l’hanno spinto a restare a Pesaro – Qui ho conosciuto ottimi amici che ora sono come una famiglia. È qui che ho avuto la fortuna di crearmi la mia famiglia ed è questa una delle più grandi motivazioni che mi ha spinto a rimanere. Per non parlare della bellezza e dello stile di vita della città.»

In maglia giallorossa per la 4° stagione, che campionato vorresti giocare?

«Negli ultimi due anni della mia carriera sono cresciuto molto come giocatore. Ho sviluppato le mie abilità come mediano d’apertura, prendendo sempre più confidenza e sicurezza nel gioco. In questi anni ho lavorato tanto sulle mie capacità di leadership, questo mi ha dato l’opportunità di guidare la squadra. Per me è un aspetto molto importante, è stato un enorme onore che mi spinge a fare sempre meglio. Questa sarà la mia terza stagione con il rugby pesarese in serie A, i campionati precedenti ci siamo piazzati a metà classifica, siamo una squadra molto capace possiamo raggiungere posizioni di classifica migliori. So per certo che la squadra lavorerà sodo per chiudere questa stagione in posizioni più alte.

Cosa pensi della squadra che la società sta costruendo?

«Sono molto emozionato! La squadra sarà giovane e i giovani hanno fame e lotteranno per l’opportunità di indossare la maglia della prima squadra. Ci sono molti altri fattori che contribuiscono a creare una squadra forte. La nostra unione e la passione che abbiamo mostrato alla fine della scorsa stagione saranno i nostri punti di forza fin dall’inizio. Dovremo giocare come facciamo sempre: come una squadra, l’uno per l’altro e per la maglia. In questo modo metteremo in difficoltà molte squadre che lotteranno per abbatterci.»

Rispetto alla scorsa stagione, cosa vorresti cambiare nel tuo gioco?

«Gioco a Pesaro da un po’ di tempo ormai, sono alla mia quarta stagione. Sono molto preparato in quello che faccio in campo, conosco molto bene il mio gioco, allo stesso modo la squadra conosce molto bene il mio gioco e mi trovo molto bene a giocare tra i miei compagni di squadra. Cercherò di guidare in campo con l’esempio e di diffondere positività tra la squadra. Vorrei restituire attraverso la mia esperienza quanto più possibile ai nostri giovani e aiutare i miei compagni di squadra a dare il meglio di sé. Sarà fondamentale lo sforzo di squadra, il contributo di tutti, dal primo giocatore all’ultimo, sarà fondamentale per il successo nel campionato 2022/2023».