«Non basta giocare in attacco. Serve anche la difesa»: Allori striglia i suoi dopo la sconfitta di Perugia

«A Perugia non è arrivato il risultato che aspettavamo. – A commentare la prestazione contro il Perugia della Fiorini Rugby Pesaro è il tecnico Augusto Allori – Abbiamo schierato una squadra molto giovane, ma non può essere un alibi. Anche Perugia aveva una squadra giovane. È stata una partita dai due volti. Siamo stati una squadra in attacco e una in difesa completamente diversa. Abbiamo segnato le mete facendo un buon gioco, anche con una certa facilità, ma in difesa non abbiamo lavorato bene, siamo stati indisciplinati e abbiamo concesso calci di punizioni vicini alla nostra linea di meta.»

Una Fiorini Rugby Pesaro partita bene ma che si è spenta nel secondo tempo: «A un certo punto non siamo più riusciti a segnare, ma loro non si sono fermati. Quello ha fatto una grande differenza. – Prosegue Allori – È qualcosa che è successo anche contro Catania e non solo, ci sgonfiamo nel secondo tempo.»

Adesso la pausa natalizia che per i kiwi giallorossi terminerà al Toti Patrignani il 16 gennaio contro Napoli. «In questo periodo abbiamo giocato molto fuoricasa, dove bisognerebbe avere più grinta che invece non è venuta fuori. Dobbiamo ritrovarci come squadra. Iniziamo già a pensare a Napoli, l’ultima partita del girone di andata, che affronteremo in casa. Poi si guarda alla seconda fase di campionato, dove giocheremo più spesso sul nostro campo. Spero che la squadra impari dagli errori che abbiamo fatto fin qui e riusciamo a tirare fuori un gruppo vincente, che costruisca qualcosa per la prossima stagione. – Dice ancora il tecnico giallorosso – Siamo una delle poche squadre che non ha partite da recuperare, fortunatamente non abbiamo avuto casi di covid, ma alcuni infortuni ci hanno messo in difficoltà. Speriamo di recuperare tutta la squadra in questa pausa natalizia e che si possa lavorare tutti insieme per uscire da questo periodo. Anche durante la pausa natalizia non smetteremo di lavorare.»

Ripensando all’ultima partita Allori analizza errori e spunti positivi: «A Perugia la difesa non ha funzionato bene. Non abbiamo avuto la giusta attitudine difensiva. Siamo caduti varie volte vicini alla loro linea di meta senza riuscire a segnare, loro l’hanno fatto ogni volta che sono arrivati li. Un altro dei problemi che portiamo avanti da inizio campionato è la disciplina. Sembra banale ma ogni calcio di punizione ci costa tanto, soprattutto in questo momento in cui a causa degli infortuni abbiamo pochi giocatori esperti. Dovremo sbloccarci su questi aspetti.»

Soddisfazioni arrivano invece dai giovani giallorossi. Mentre l’under19 attende di finire la prima fase del suo campionato, l’under17 ha già in mano l’accesso alla fase interregionale, insieme alle squadre di Umbria, Toscana ed Emilia Romagna. I giovani pesaresi hanno affrontato sul campo di Muraglia i pari età di Fano vincendo per 38-7 e guadagnando così l’accesso alla seconda fase.

Domenica positiva anche per l’under15 delle Formiche Rugby Pesaro impegnata al Toti Patrignani con Fabriano. Una partita che ha mostrato buone prestazioni per i pesaresi, soprattutto dei ragazzi che hanno iniziato da poco a praticare il rugby.