Non solo prima squadra. Under 16 e under 18 campioni regionali, ora la fase finale

E’ fase finale anche per under 16 e under 18 Pesaro Rugby. Entrambe hanno infatti conquistato l’accesso alla fase finale del campionato. Entrambe si sono laureate regine regionali con largo anticipo rispetto il termine del campionato.
Per l’under 16 percorso netto, fatto di sole vittorie, tutte conquistate con almeno quattro mete e quindi tutte con il punto di bonus. «Si è trattato di una stagione con una rosa ampia – spiega il tecnico Annunzio Subissati – Un rande presenza gli allenamenti ci ha permesso di lavorare in maniera costante sui fondamentali del rugby». Domenica la semifinale di andata contro il Ravenna in trasferta e il 5 giugno in casa. Chi avrà la meglio accederà alla finale. «Cercheremo di arrivare pronti all’appuntamento. Queste partite sono la verifica del lavoro svolto dai tecnici di casa, in collaborazione con i tecnici esterni e l’attività federale». Da sottolineare fra l’altro che diversi giocatori sono stati interessati nell’arco dell’anno nelle attività federali con il giovane Ratko Jelic che è stato selezionato per l’accademia federale di Prato.
Stessa percorso di vittorie per l’under 18, mai sconfitta in campionato ad eccezione di due punti di bonus non conquistati. Ora un girone a tre con Florentia e Piacenza. La prima classificata giocherà la finale contro la prima dell’altra girone, ma soprattutto il prossimo anno potrà partecipare al girone elite. «Un girone a tre molto difficile – spiega il tecnico Marco Boccarossa – Pensavamo che Piacenza fosse la squadra da battere e invece domenica scorsa ha perso in casa contro Firenze. Per questo domenica a Firenze per noi sarà una gara fondamentale». Un’under 18 che è stata fondamentale nel dare sempre energie fresche alla prima squadra e che ha visto tre suoi ragazzi, Piccioli, Cecchetti e Venturini più volte convocati da esterni all’accademia federale di Prato. E chissà che la fresca convocazione nella nazionale emergenti di Maicol Azzolini e Matteo Gabbianelli non sia di buon auspicio.