Prima storica vittoria in trasferta in serie A per la Paspa. Pesaro espugna Firenze

Firenze, Ruffino Stadium Mario Lodigiani – domenica 21 ottobre 2018
Serie A, II giornata

Toscana Aeroporti I Medicei Cadetti v Pesaro Rugby  24 – 25  (14-7 )

Marcatorip.t. 3’ m. D’Andrea tr. Petrangeli (7-0); 27’ m. maul Pesaro tr Joubert (7-7); 30’ m. D’Aliesio tr. Petrangeli (14-7);  ; s.t. 50’ m Pozzi (14-12); cp Petrangeli (17-12); cp. Joubert (17-15); 70’ m. Biagini tr. Petrangeli (24-15); cp. Joubert (24-18); 79’ m. Mokom tr. Joubert (24-25);

Toscana Aeroporti I Medicei Cadetti: Reale (59’ Rios); D’Aliesio, D’Andrea (50’ Elegi D.), Petrangeli, Elegi N.; Bartoli, De Castro (50’ Taddei); Burattin, Meyer (cap.) (59’ Fissi), Di Donna; Massimo (48’ Biagini), Savia; Panerai (52’ Santi), Kapaj (48’ Bartolini), Piccioli (52’ Chiostrini).

All. Lo Valvo

Pesaro Rugby: Nardini; Salvi, Mokom, Erbolini, Jaouhari; Joubert, Tarini (50’ Panzieri); Antonelli, Villarosa (cap.), Del Bianco; 20 Campagnolo, 4 Koloofai; Tripodo (61’ Solari), Pozzi (51’ Sangiorgi), Maccan.

All. Mazzucato

Arb. Odoardi (Pescara)

AA1 Meschini (L’Aquila) AA2 Giurina (L’Aquila)
Cartellini:  37’ giallo a Jouhari (Pesaro Rugby); 64’ giallo a Mokom (Pesaro Rugby).

Calciatori: Petrangeli (Toscana Aeroporti I Medicei Cadetti) 4/4; Joubert (Pesaro Rugby) 3/6;
Note: giornata soleggiata, 23°, campo in ottime condizioni, spettatori 450.

Punti conquistati in classifica: Toscana Aeroporti I Medicei 1; Pesaro Rugby 4

Ruffino Man of the match: Peter Boris Mokom (Pesaro Rugby)

 

Una Paspa Pesaro mai doma trova a Firenze la prima storica vittoria in trasferta in serie A. Senza dubbio una grande prestazione quella snocciolata dai pesaresi in terra toscana, che pur trovandosi a seguire per l’intera partita, proprio allo scadere hanno trovato la meta di  Mokom trasformata da Joubert che ha sancito il 25-24 finale. Che Pesaro andasse a Firenze per giocarsela a viso aperto era cosa annunciata dal capitano Villarosa, ma da qui a portare a casa la seconda vittoria su due in questo campionato ce ne passava. La Toscana Aeroporti I Medicei infatti davanti il suo pubblico vuole fare una bella partita e la partenza a spron battuto ne è la prova con la meta di D’Andrea, trasformata da Petrangeli che in giornata avrà il cento per cento. Pesaro risponde subito presente ed è Tripodo a concludere al meglio una maul trovando il momentaneo pareggio. I Medicei però pungono ancora con i suoi trequarti allungando con D’Aliesio con il primo tempo che si chiude sul 14-7. Al rientro Pesaro torna a fare la voce grossa con i suoi primi otto uomini e questa volta è il tallonatore Pozzi, oggi autore di una prova maiuscola, ad accorciare con una meta al gioco aperto. Al 70’ però è Biagini a trovare la terza meta toscana e Pesaro si trova sotto per 24-15. Mancano solo dieci minuti ma i giallorossi non si danno per vinti. Joubert accorcia con un piazzato e al 79’ Mokom, eletto miglior giocatore di giornata, trova il pertugio giusto per la terza meta pesarese. La trasformazione di Joubert decreta il sorpasso e il successo pesarese. Una vittoria sofferta, figlia però di una squadra conscia dei propri mezzi, una squadra nel vero senso della parola, consapevole dei suoi punti di forza, in primis la mischia, e di debolezza, ma pronta a sacrificarsi tutta per sopperire all’errore altrui. Una squadra che ieri ha avuto la forza di supportare il ritorno in prima squadra del mediano Tarini, certo di disputare il capitano con la cadetta e che vista l’emergenza al numero nove ha scelto di aiutare la prima squadra, una squadra pronta a sostenere i tanti giovani che ne fanno parte pronta a festeggiare una domenica in cui ad andare in meta sono stati un 2000, un ’98 e un ’97. Di certo la festa sul pullman di ritorno da Firenze è stata grande. Anche per quel terzo posto in classifica da cui Pesaro riparte per la sfida di domenica a Perugia.